Inail - Denuncia degli assicurati, cessazione e variazione - Nuovi termini

Il Decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali del 19 settembre (pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" 235 del 9 ottobre 2003), modifica i termini per la presentazione delle denunce di esercizio, di variazione e di cessazione delle attività di cui all'articolo 12 del Testo Unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 1124 del 30 giugno 1965, da parte dei datori di lavoro che occupano lavoratori dipendenti e lavoratori nelle attività che la legge individua come rischiose.
Sono tenuti all’obbligo assicurativo, con la presentazione della relativa domanda di iscrizione, anche  i soggetti che intrattengono rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co) per lo svolgimento di attività rischiose.
 

Denuncia di esercizio

A seguito delle modifiche introdotte dal Decreto Ministeriale del 19 settembre 2003, il datore di lavoro deve presentare all’INAIL (Istituto Nazionale contro gli Infortuni sul Lavoro) la denuncia di esercizio contestualmente all’inizio dell’attività rischiosa.
In precedenza andava presentata almeno 5 giorni prima di tale momento.
 

Denuncia di variazione e di cessazione dell'attività

Le denunce di variazione e le denunce di cessazione dell’attività devono essere ora effettuate entro 30 giorni da quello in cui le modificazioni o variazioni si sono verificate.
In precedenza andavano effettuate entro 8 giorni dalla modificazione o variazione.

Ultimo aggiornamento: 04/03/2009


Ricerca avanzata
Vota le informazioni
della pagina
Vota il servizio


Logo attestante il superamento, ai sensi legge n. 4 del 2004, della verifica tecnica di accessibilità Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido !
Informazioni sul sito | Privacy | Note legali | Dati monitoraggio